STAIMANZO.COM HOME PAGE | FAVORITES | | BLOG | | ANTOLOGIA | | BIBLIOTECA | | DOWNLOAD |
Lotta di classe
Perche' per me la dottrina Marxista-Leninista-Comunista e' incomprensibile
Le classi sociali non esistono, sono una categoria politica creata per poter portare avanti battaglie e rivendicazioni proprie di un certo momento storico. Esistono i ricchi e i poveri, esistono i potenti, esistono gli avvantaggiati e svantaggiati, gli sfruttatori e gli sfruttati, ma esiste anche la possibilita' di cambiare le proprie condizioni di vita. Il protagonista della storia e' l'individuo non la classe sociale.

Da sempre le lotte di classe e le loro istanze mi sono risultate incompensibili, il concetto stesso di classe sociale mi e' estraneo: ci sono gli individui e i gruppi di individui che si mettono insieme per costruire qualcosa o per lottare contro qualcosa, ma la classe sociale non esiste.

D'altronde mio nonno faceva il contadino e quando, dopo essersi rotto la schiena, ha dovuto inventersi qualcosa ed e' diventato un giardiniere. Non ha mai posseduto una casa o un pezzo di terra, ma ha avuto sette figli che, pur non avendo avuto la possibilita’ di studiare, hanno fatto i lavori piu’ disparati e uno e’ anche riuscito a diventare discretamente ricco.

Mio padre ha fatto la quinta elementare e le medie con le 150 ore, ha iniziato a fare l’operaio a 14 anni, si e’ sposato a 22 ed e’ diventato padre quando ne aveva 25. A quell’epoca aveva gia’ smesso di lavorare in fabbrica, girava il mondo installando compressori d’aria del valore di diversi miliardi di lire. All’inizio si faceva Milano-Bucarest con la FIAT 124 o 3 mesi tra le nevi dell’Ukraina, poi ha iniziato a volare in business class e a tornare a casa nei finesettimana. Nel frattempo si e’ comprato un pezzo di terra e si e’ costruito una casa tutta sua. Ha avuto tre figli e li ha mandati tutti all’universita’.

Io sono ingegnere informatico e attualmente sono impiegato in una grande multinazionale, mi sono laureato con calma e non sono stato disoccupato nemmeno un giorno della mia vita. Mentre studiavo ho fatto di tutto: l’insegnate, il facchino, il volontario e l’educatore. Sono stato eletto nel Consiglio Comunale del mio paese e la mia gente mi prende in giro dandomi del “politico”. Ora sono sposato, ho un bimbo e tra un po’ anche un cane, abito in una casa piu’ grande e piu’ bella di quella che abbia mai sognato. Mi guardo avanti e vedo che potrei diventare e avere qualsiasi cosa anche se potrei gia’ essere soddisfatto di quello che ho fatto fino ad ora.

Mio figlio ha due anni ed e’ il mio piu’ grande orgoglio. Quando lo guardo dormire mi capita spesso di pensare a cosa fara’ e quale sara’ il suo posto nella societa’: ingegnere o impiegato come me, tecnico specializzato o operaio come sue nonno, giardiniere o contadino come il suo bisnonno. Contadino, ma questa volta su terra sua.

Staimanzo.com
marcello.novelli@gmail.com
marcello.novelli@gmail.com