Staimanzo.com Home Biblioteca
LA BIBLIOTECA

Libro della Settimana

10/04/2021

Ci sono libri che sono stati una tappa obbligata per i giovani della mia generazione e Siddharta è uno di questo. Nascere con tutte le fortune non è sufficiente per essere felici, appartenere alla casta dei migliori e tra questi migliori essere il migliore non è la felicità. La felicità si trova solo cercando la propria strada. In questa ricerca si può chiedere aiuto a bravi maestri ma non è mai sufficiente seguire la strada da essi seguita. La meta non è uno status sociale o la ricchezza e nenache l'amore, la meta è il proprio posto nell'universo, il posto dove non c'è più dell'altro perchè si è il tutto.


03/04/2021

Come spesso capita anche con gli amici, i libri che diventano compagni di vita si incontrano per caso. Così è stato con La buona terra. Il romanzo della Buck è arrivato in casa perché allegato ad una rivista a cui mia madre era abbonata. Attratto dal titolo l'ho trovato sin dalle prime pagine avvincente nella storia e profondo nei contenuti. Il duro lavoro di Wang Lung, il coraggio nei momenti difficili, la fedeltà al proprio essere, la capacità di fare i conti con la realtà e di accorgersi dei propri errori. Un bel libro e una bella storia.


27/03/2021

Ho incontrato il Diario di un curato di campagna da giovane, in quel momento della vita in cui si sta ancora cercando di capire di cosa si è fatti veramente e in cui il rapporto con il divino è fatto di contestazione e ricerca e non ancora di fede. Ho trovato il libro pieno di spunti e di idee, molte delle quali ritrovo spesso nei miei discorsi, l'ho riempito di sottolineature in verde e, di recente, l'ho anche riletto. E' da questo libro che ho imparato che , come per quella suora morta di fatica, il male è come lo sporco, va giustamente combattuto, ma non si può pretendere di vincerlo.


20/03/2021

Il più grande uomo scimmia del Pleistocene è uno dei libri più divertenti che abbia mai letto. Ricordo che la prima volta ero in metropolitana, ai tempi del servizio civile, e mentre lo leggevo mi veniva da ridere, un paio di volte sono addirittura scoppiato in una risata. Ovviamente la gente intorno mi guardava come se avessero a che fare con un pazzo. Una volta diventato padre, la parte che riguarda la scoperta del fuoco come mezzo di difesa dell'orda è stato per anni il racconto preferito di Filippo. Mi chiedeva di raccontaglielo così spesso che, stanca di sentirlo, mia moglie ha più volte minacciato il divorzio o di abbandonarci al prossimo autogrilll.


13/03/2021

La Coscienza di Zeno è uno dei primi libri che ho letto volentieri in vita mia. Seconda superiore. Non ricordo il nome della professoressa, ma ricordo che era giovane e carina. E ricordo che prima di Svevo ci aveva fatto leggere Carlo Levi, Cristo si è fermato a Eboli, del quale non avevo superato pagina venti.